1

1

2

Le origini del Coniglio di Pasqua: storia e tradizioni

Pasqua al Royal Hotel Sanremo

Se pensiamo alla Pasqua nella nostra mente compaiono subito dolci immagini di uova di cioccolato, di pulcini, ma anche di coniglietti. Del resto proprio il coniglio pasquale è uno dei simboli più tipici e tradizionali di questa importante ricorrenza. Lo troviamo rappresentato nei biglietti di auguri, nelle favole per i bambini, nei fumetti… e quasi sempre ha con sé un cesto pieno di regali o di uova colorate che distribuisce ai più piccoli. Ma da dove nasce la tradizione del Coniglio di Pasqua e quali sono i paesi del mondo in cui è maggiormente conosciuto e apprezzato? 

Origini della tradizione

Conosciuto anche come Easter Bunny nei paesi anglofoni, Osterhase in tedesco o Coniglietto di Primavera, questo dolcissimo animale che, va detto, ricorda molto più una lepre che un coniglio, rappresenta uno dei simboli più famosi in assoluto legati alla Pasqua. Vediamo da dove proviene.

Antiche testimonianze e studi antropologici sostengono che  la tradizione del Coniglio di Pasqua sia originaria dei paesi del nord Europa, precisamente in Germania

Tra gli scritti tedeschi risalenti al periodo storico tra il Medioevo e il Rinascimento sono state trovate svariate testimonianze che raccontano di come i bambini dell’epoca venissero invitati a realizzare dei piccoli nidi di paglia per il coniglietto pasquale che sarebbe passato a portare dei regali. Tutto questo a patto che il bambino si fosse comportato bene nell’ultimo anno! Una tradizione che nel 1700 è approdata anche negli USA e si è rapidamente diffusa soprattutto nei paesi inglesi d’Europa e del mondo. 

Cosa ha reso il coniglio il simbolo della Pasqua? E perché porta le uova

Ma perché proprio un coniglio o una lepre? Il motivo, ancora una volta, è da ricercarsi nella storia e nella biologia. Questo animale infatti è uno dei primi che, finito l’inverno, compare sui prati fioriti e si scatena spesso in danze amorose molto divertenti e scenografiche per conquistare una compagna. In epoca pre-cristiana del resto il coniglio era considerato come simbolo di fertilità, di rinascita e di ritorno alla vita. Legato a doppio filo a quest’ultimo concetto capiamo quindi perché nell’immaginario collettivo il coniglio porti le uova: sono esse stesse simbolo di nascita, di nuova vita e di speranza.

Le tradizioni Pasquali in Italia e nel mondo

Il coniglio pasquale, come abbiamo visto, è uno dei simboli più famosi di questa ricorrenza, soprattutto nel nord Europa e negli USA. In Italia, essendo che la Pasqua ha un forte significato religioso, questa figura non ha trovato subito un grande riscontro o popolarità, tanto che è stata inserita nell’immaginario collettivo solo pochi anni fa e quasi unicamente sotto forma di dolcetti. Tuttavia, nonostante per tutti i Paesi a maggioranza cattolica il simbolo classico della Pasqua sia la colomba, gli studiosi di teologia ci ricordano come Sant’Ambrogio abbia indicato la lepre come un simbolo di Resurrezione. Insomma, il coniglietto pasquale è ormai una tradizione anche per l’Italia, ma non è l’unica! Ogni regione del nostro Paese ha infatti tanti riti e usanze particolari per la Pasqua, dalle processioni, passando per eventi a tema e rievocazioni storiche. 

Le usanze pasquali più curiose

Ma se fino ad ora vi abbiamo parlato delle tradizioni pasquali in Italia, in Germania o negli USA, non pensate che sia finita qui. In Francia usanza vuole che i bambini debbano tuffarsi in una vera e propria caccia al tesoro, il cui premio sono le uova di cioccolato. In Svezia invece i bimbi si travestono da påskkärringar, le streghe di Pasqua e vanno alla ricerca di cioccolato bussando anche alle porte dei vicini… ovunque poi nel mondo durante le festività legate alla Pasqua vengono realizzati dei dolci tipici da condividere con la propria famiglia o da donare in simbolo di carità e pace.

Il buffet di Pasqua al Royal Hotel Sanremo
Celebra la Pasqua al Royal Hotel Sanremo

Pasqua al Royal Hotel Sanremo 

Dopo questo viaggio nelle tradizioni pasquali del mondo in cui abbiamo scoperto le origini del coniglietto di Pasqua, è tempo di tornare a casa, ma non di smettere di sognare.

Infatti proprio per la domenica di Pasqua, il Royal Hotel Sanremo torna a proporre ai suoi ospiti un’amatissima tradizione: il Grand Buffet di Pasqua, con un ampio ventaglio di scelta tra i piatti accuratamente pensati e realizzati ad hoc dallo chef Moreno Picchietti.

Ma non basta: quest’anno, per celebrare insieme questa giornata così speciale, a tutti gli ospiti che parteciperanno al buffet pasquale del Royal Hotel Sanremo, è stata dedicata una dolcissima sorpresa e una proposta pasquale speciale.

Pasqua al Royal Hotel Sanremo è un’esperienza lussuosa, arricchita da tradizioni che, ogni anno, stupiscono i nostri ospiti. Noi vi aspettiamo!

Il Royal Hotel Sanremo come destinazione di primavera

È arrivata la primavera al Royal Hotel Sanremo

Articolo precedente
Il significato dei fiori di Sanremo

I fiori di Sanremo: ogni colore e qualità nasconde un segreto

Articolo successivo